Cestino di parmigiano reggiano ai semi di papavero


CestinoparmigianoreggianoIl cestino di Parmigiano Reggiano è decisamente coreografico e si presta  al doppio uso di contenitore e…contenuto poiché edibile quanto il miglio(o altro) all’interno. Per comporlo:

  • tanto Parmigiano quanto il vostro pugno può tenere
  • semi di papavero
  • curcuma

Abbiate cura di miscelare molto bene gli ingredienti. Prendete un padellino antiaderente. A questo punto potete scegliere di iniziare a lavorare a freddo o avendo preriscaldato la padella. E’ solo questione di tecnica e abitudine. Io inizio ‘a caldo’ perché riesco a distribuire meglio il Parmigiano (Il suo contenuto di grassi è ritenuto il migliore per la realizzazione dei cestini)che subito si scioglie. Date una struttura alla cialda con una spatola(non di plastica…si fonderebbe!)ma siate veloci! Solo pochi secondi e spegnete il fuoco. Il formaggio fuso tenderà a sfrigolare e lentamente a raffreddarsi ricomponendosi nella sua nuova ‘veste’. Ancora dovete essere veloci: non lasciatelo raffreddare del tutto altrimenti sarà impossibile lavorarlo. Inserite la cialda all’interno(c’è chi la mette all’esterno: ho provato entrambi i modi)di una scodella/ciotola, delicatamente in modo che si adatti e attendete. La delicatezza e la pazienza faranno la differenza. A questo punto comporre la vostra ricetta sarà un gioco e opera di originalità e fantasia. Io ho usato il miglio con curry e cipolla di tropea per riempire il mio cestino. Ho poi completato con sedano e pomodorini secchi pestati saltati in poco olio e succo di sambuco. Un consiglio pratico: per non fare scivolare il vostro cestino nel piatto appoggiatelo a una salsa di vostro gusto (io ho composto una crema di zucchine, semi di girasole e cipollotto…tutto a crudo!)Cestinoconuovo-chefadomicilio

Vuoi vedere tutte le foto della realizzazione? Niente di più facile che visitarci! Ma se non hai voglia di cucinare…chiama il tuo cuoco a domicilio, chiama WellFoodNess!

 

Tag:,

Comments & Responses

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


8 − = sette